Legge 68/99 - Avviamento a selezione di 3(tre) unità con profilo professionale di Ausiliario area I, Fascia economica F1, da destinare al Ministero della Giustizia
AVVISO  PUBBLICO
Procedura di selezione di personale appartenente alle categorie protette, di cui all’art. 1 della legge 12 marzo 1999, n. 68 (disabili), per l’assunzione, a tempo indeterminato, di 3(tre) unità con profilo professionale di Ausiliario area I, Fascia economica F1, da destinare al Ministero della Giustizia - Uffici di Catanzaro (Corte d'Appello, Procura della Repubblica c/o Tribunale per i Minorenni, Giudice di Pace). La selezione è indetta, in ottemperanza alle risultanze del Prospetto Informativo di cui alla Legge N.68/99 ed in esecuzione alla Programmazione del fabbisogno del personale.
 
 REQUISITI GENERALI DI PARTECIPAZIONE ALLA SELEZIONE
Alla procedura selettiva potranno partecipare i soggetti disabili di cui all’art.1 della legge 12/3/1999, n. 68 che, alla data di pubblicazione del presente avviso, abbiano, a pena di esclusione, i requisiti sotto indicati:
 assolvimento dell'obbligo scolastico (diploma di scuola secondaria di primo grado);  cittadinanza italiana ovvero la cittadinanza di altro Stato  membro dell'Unione  europea  (Sono   ammessi  altresì  i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro, che non   abbiano la cittadinanza di uno  Stato  membro,  ma  che  siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonchè i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per  soggiornanti  di  lungo  periodo o  titolari  dello status  di  rifugiato  ovvero  dello  status di  protezione sussidiaria,  ai sensi dell'art. 38 del decreto legislativo 30/03/2001, n.165.  Per  i soggetti di  cui all'art. 38  del  decreto legislativo 30/03/2001,  n.165  essere in possesso  dei  requisiti,  ove  compatibili, di cui  all'articolo 3 del  decreto del Presidente  del  Consiglio   dei  Ministri 07/02/1994, n. 174);   possesso  del  requisito  delle  qualità  morali e di  condotta  irreprensibili  previsti dall'art.35  comma 6 del decreto legislativo   30/03/2001 n.165;  non essere stati esclusi dall'elettorato attivo;  non avere  riportato  condanne  penali, anche con sentenza non  passata in  giudicato,  per  i reati previsti nel Capo I, Titolo II, Libro  II del  Codice  Penale ovvero  assenza di condanne  penali o procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la  costituzione del rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione;  non  essere  stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego   presso  una  pubblica  amministrazione  per  persistente, insufficiente rendimento  ovvero  non  essere stati  dichiarati  decaduti da altro impiego statale ai sensi dell'art.127, lettera d), del Testo Unico approvato con  D.P.R. 10 gennaio 1957, n°3 oppure non devono essere stati licenziati ai sensi dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti della Pubblica Amministrazione;  possesso dell'idoneità  fisica  all'impiego, da intendersi  come  idoneità allo svolgimento  delle mansioni di  Ausiliario di cui al vigente ordinamento professionale consultabile nel sito istituzionale al link: https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_8_1.page?contentld=SDC64966&previsiousPage=mg_14_7;  iscrizione  negli  elenchi, di  cui  all’art. 8, comma 2,  della  legge 12 marzo 1999,  n. 68,  tenuti  dal   Collocamento  Mirato L. 68/99 della Provincia di Catanzaro, in data antecedente a quella di pubblicazione del presente atto di avvio della selezione;  essere  persone appartenenti alle categorie di cui alla L.68/99 art.1 prive  d’impiego  o che  svolgono  un’attività  lavorativa con  un  reddito  annuale  lordo  pari  o  inferiore  al  reddito  minimo da  lavoro  escluso da imposizione fiscale;  avere  un'età  non inferiore agli anni 18 e non superiore a quella prevista dalla vigente normativa in materia di collocamento in quiescenza.              Profilo professionale:  Ausiliario area I, Fascia economica F1. Specifiche professionali:  Conoscenze  generali di base e  capacità  manuali generiche  per  lo svolgimento di  attività semplici; limitata   complessità  dei   problemi  da  affrontare; autonomia  e  responsabilità  riferite  al  corretto  svolgimento dei   compiti assegnati. Contenuti professionali: attività  ausiliarie e  di supporto  ai processi  organizzativi  e  gestionali del  proprio      settore di competenza con  l'ausilio  degli  strumenti  in  dotazione,  anche  informatici,   nonchè  operazioni  di  tipo  semplice  e/o ripetitivo connesse all'utilizzo di   programmi   informatici.  Lavoratori   che   svolgono  le  seguenti   attività: movimentazione   fascicoli,   oggetti, documenti, e materiale libraio; fotocopiatura e fascicolazione copie anche in modalità digitale, ritiro e consegna corrispondenza. Lavoratori che provvedono, inoltre al ricevimento al pubblico.   

Prova d'idoneità:  il  personale  disabile avviato a selezione secondo l'ordine di graduatoria è  tenuto  a sostenere  una prova di idoneità  consistente in un colloquio e in una prova pratica  della durata  complessiva di  circa 20 minuti,  intesi ad accertare l'idoneità del  candidato  alle  mansioni  di  Ausiliario. La prova pratica avrà per oggetto l'esecuzione di fotocopie di atti, utilizzando macchine  in dotazione all'Amministrazione, nel numero e con le modalità  richieste dalla commissione  esaminatrice, nonchè il  prelievo, trasporto, consegna e ricollocazione di fascicoli o altro materiale dell’amministrazione. L’idoneità sarà conseguita dal candidato che, nel tempo assegnato dalla commissione, avrà correttamente eseguito le operazioni richieste.Il colloquio e la prova avranno luogo, nella Corte di Appello territorialmente competente, all'uopo delegata. Ai sensi dell'art.32 del D.P.R. 9 maggio 1994 n°487 la Corte di Appello delegata  alla selezione inviterà, con lettera raccomandata ovvero con altre modalità, comprese quelle informatiche(uso di email ove il destinatario della comunicazione ne abbia la disponibilità), la persona avviata a sostenere la prova di idoneità entro 45 giorni dall'avviamento. La procedura di selezione avviene con riserva di valutazione dei requisiti che saranno documentatii dall'interessato, superata la prova di idoneità. Il contratto individuale di lavoro sarà perfezionato solo dopo la verifica da parte dell'Amministrazione Giudiziaria della regolarità della procedura e del possesso da parte dell'interessato, sia al momento della selezione sia a quello dell'assunzione dei requisiti richiesti.

TERMINI E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Tutti gli interessati a partecipare all’avviamento a selezione dovranno presentarsi personalmente presso  il  Collocamento Mirato  della  Provincia di  Catanzaro - Viale Brutium, 18 - Catanzaro nei previsti orari di apertura al pubblico. - Il  modello  di  adesione  potrà   essere   ritirato   direttamente   presso  il  suddetto   Collocamento   Mirato della Provincia di Catanzaro  o scaricato dal sito internet della Regione Calabria: http://portale.regione.calabria.it/website/organizzazione/dipartimento7/. - Al modello di adesione dovrà essere allegata copia del documento di riconoscimento in corso di validità ed eventuale documentazione attestante il reddito complessivo, ai fini IRPEF imputabile personalmente al dichiarante, relativo all'ultimo anno d'imposta (anno 2017) per il quale sono scaduti i termini di presentazione delle dichiarazioni. Le domande di partecipazione alla selezione dovranno essere presentate entro il decimo giorno      dal   trentunesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Portale della Regione Calabria e all’albo del Collocamento Mirato della Provincia di Catanzaro. Non saranno considerate valide le domande presentate prima o dopo tale termine. Non possono partecipare all’avviamento a selezione coloro che hanno trasferito l’iscrizione c/o il Collocamento Mirato L.68/99  della  Provincia  di  Catanzaro  nei 60 giorni precedenti la pubblicazione del presente avviso.

CRITERI PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA La graduatoria sarà formata in base agli elementi e ai criteri sotto riportati, ricavati dall’allegato A al D.P.R. 09/05/1994, n. 487, come modificato dal D.P.R. 18 giugno 1997, n. 246. A) Elementi che concorreranno alla formazione della graduatoria:  Carico  familiare: s’intende  quello  rilevato  dallo  stato di  famiglia  e  determinato  secondo  le  modalità  previste  per la corresponsione   dell'assegno   per   il  nucleo  familiare.  Le  persone  da  considerare  a  carico  sono: 1) coniuge convivente  e disoccupato  che  abbia  dichiarato  il  proprio stato  di  disoccupazione;  2) figlio  minorenne  convivente  e  a carico;   3) figlio maggiorenne  convivente  e  a  carico  fino  al  compimento  del  ventiseiesimo  anno  di età se  studente e disoccupato che abbia dichiarato  il  proprio stato di  disoccupazione;  4) fratello o sorella minorenne  convivente e a carico; 5) coniuge, figlio, fratello o sorella se invalidi permanenti inabili al lavoro conviventi e a carico.
 Situazione  economica e  patrimoniale del lavoratore: deve  intendersi  quella reddituale individuale derivante anche dal patrimonio  immobiliare  e mobiliare,  relativa  all’anno  d’imposta  2017. Non si considerano i redditi derivanti da prestazioni risarcitorie percepite in conseguenza della perdita della capacità lavorativa, nonchè ogni altro reddito esente da IRPEF. La condizione economica puó essere autocertificata o accertata mediante presentazione della dichiarazione dei redditi.
 Anzianità di iscrizione: viene calcolata con riferimento alla data di iscrizione o reiscrizione negli elenchi del collocamento obbligatorio.
 Grado d’invalidità.

AVVIAMENTO  A  SELEZIONE I lavoratori disabili saranno avviati a selezione in misura pari ai posti da ricoprire c/o l’Ente richiedente che ne curerà la convocazione per l’espletamento della prova di selezione. L’assunzione in servizio è subordinata al possesso di tutti i requisiti richiesti e indicati nel presente avviso. Prima dell’assunzione i lavoratori disabili selezionati saranno sottoposti al parere del Comitato Tecnico, di cui alla Legge 68/99, al fine di accertare l’idoneità fisica alle mansioni specifiche. In caso di mancanza anche di uno solo dei requisiti richiesti, l’appartenenza alla graduatoria risulterà nulla.
Sono   previsti  controlli per la  verifica delle dichiarazioni rilasciate, nel  rispetto  della  normativa vigente. I dati personali  saranno  trattati  nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela della privacy.

          La Responsabile Concetta Provenzano                       Il Dirigente Generale Dr. Roberto Cosentino  

 
Le domande di partecipazione possono essere presentate dal 15/11/2019 al 28/11/2019.



Documenti da scaricare
pdf  Avviso pubblico Ministero della giustizia
pdf  Modello_domanda_ Ministero giustizia disabili
Menu della pagina
Indietro Indietro  Stampa la pagina Stampa la pagina
Torna su Bookmark and Share
 
 
Provincia di Catanzaro
YouTube RSS Twitter Facebook Versione Mobile